Regolamento

Cari genitori, la vostra collaborazione ci aiuterà a far sì che la scuola funzioni positivamente e che i vostri bambini vivano questa esperienza in piena gioiosità.


Il vostro bambino dovrà essere accompagnato all'interno dell'edificio scolastico fino agli armadietti delle scarpe, vicino all’ingresso a destra: qui lo aiuterete a togliersi le scarpe (che andranno poste dentro ad una scatola) e ad indossare le scarpe da utilizzare a scuola (che saranno dentro ad un sacchetto). Quando tornerete a prenderlo dovrà ricambiare le scarpe per uscire. Le giacche vanno appese dentro agli armadietti che si trovano in salone. Se un genitore vuole aiutare il proprio bambino ad appendere la giacca è necessario che indossi i copriscarpe. Questi saranno forniti a settembre dalla scuola (uno per famiglia) e in altri tre momenti nel corso dell’anno e quando si deterioreranno i genitori saranno tenuti a sostituirli con altri reperibili in commercio e rispondenti alla normativa. Qualora i genitori non disponessero di copriscarpe, potranno entrare togliendosi le scarpe.

Quando non potete venire a prendere il vostro bambino, dovrete delegare per iscritto un'altra persona adulta, la quale necessariamente dovrà aver compiuto 18 anni.

In caso di entrata in ritardo o di uscita anticipata è necessaria la richiesta scritta e firmata da uno dei genitori (richiedere il modulo all’ingresso alle collaboratrici scolastiche).

In caso di ripetuti ritardi (dopo i tre), verrà informata la dirigente scolastica.

Siete pregati di soffermarvi nei locali della scuola solo il tempo necessario per la consegna e/o il ritiro del vostro bambino.

E' obbligatorio presentare i certificati di vaccinazione in segreteria all'atto dell'iscrizione.

A scuola noi insegnanti abbiamo l'obbligo di non somministrare alcun tipo di farmaci, eccetto farmaci salvavita prescritti dal medico. Nel caso il bambino si faccia male seriamente vi chiameremo immediatamente.

Se il bambino rimane a casa per malattia, dopo sei giorni di effettiva assenza (inclusi il sabato e la domenica), noi insegnanti abbiamo l'obbligo di accettarlo a scuola solo su presentazione di una copia del certificato medico, mentre l’originale lo dovrete portare in Comune per la detrazione del costo della mensa.

Se il bambino viene allontanato da scuola per febbre, dovrete tenerlo a casa almeno un giorno.

La frequenza della scuola implica che il bambino possa partecipare ai vari momenti della vita scolastica, dentro e fuori l’edificio (i bambini non possono restare in aula da soli per cui se non stanno molto bene è necessario che rimangano a casa, se vengono a scuola devono poter uscire in giardino).

Se il bambino rimane assente per un periodo prolungato (es. per viaggio all’estero), siete cortesemente invitati ad avvisare le insegnanti in anticipo e a recarvi in segreteria per compilare un modulo predisposto.

In caso di assenza per malattia, di ritardi o contrattempi vi preghiamo di avvisare telefonicamente noi insegnanti (telefono Scuola Manzoni 0457611460) .

La richiesta di un pasto alternativo in caso di allergie, intolleranze… è possibile solo su presentazione del certificato medico all’Ufficio Istruzione del Comune e dovrà essere comunicata anche alle insegnanti.

La richiesta di cibi alternativi per motivi religiosi deve essere fatta all’Ufficio Istruzione del Comune e dovrà essere comunicata alle insegnanti.

In occasione dei compleanni dei bambini, chi desidera festeggiare con i compagni della sezione può portare biscotti o dolci non fatti in casa.

Vi raccomandiamo di non dare ai bambini merendine o caramelle da consumare a scuola: a metà mattina e nel pomeriggio e' prevista la merenda. I bambini che non usufruiscono della mensa devono invece portare la merenda: esclusivamente frutta, yogurt o cracker (no bevande).

La scuola dell’infanzia non può accogliere bambini che utilizzano pannolino, non sono infatti previste figure o risorse idonee a un’assistenza di questo tipo. Vi raccomandiamo quindi di togliere l’abitudine del pannolino entro l’inizio della scuola.

Per facilitare il distacco da casa, se un bambino esprime effettiva necessità è possibile portare un gioco a scuola. Noi insegnanti ne valuteremo i tempi e le modalità d’uso. La responsabilità in caso di rottura o perdita è comunque della famiglia.

Se un bambino rompe un gioco o un libretto della scuola i genitori sono tenuti a ripararlo o sostituirlo.

In corso d’anno le insegnanti comunicheranno le date per i colloqui con i genitori.